Stampa

Educazione Tibetana

 

Fino a cinque anni d’età il bambino è un Re:
non è mai messo in castigo o punito perché non è ancora in grado di produrre un pensiero logico.
Se castighi tuo figlio nei suoi primi anni di Vita, perderà l’interesse ad apprendere da Te, e si abituerà ad essere dominato da altre persone. 

Dai cinque fino ai dieci anni il bambino è considerato uno schiavo:
gli sono assegnati molti compiti che devono essere portati a termine.
Se soddisfi i suoi capricci in quest’età crescerà viziato e rimarrà infantile. 

Dai dieci ai quindi anni d’età il ragazzo è trattato alla pari:
è spesso interpellato, gli sono chieste opinioni, in modo da sviluppare il suo pensiero e la sua indipendenza.
Evita di trattarlo come un bambino:
crescerà con poca autostima e dipenderà molto dal giudizio degli altri. 

A partire dai quindici anni il giovane è una persona indipendente,
non sari più in grado di farlo cambiare.

Regola fondamentale:
ogni volta che imponi un divieto, dai una spiegazione logica, per evitare atteggiamenti provocatori e di ribellione.

“Risparmiare sull’educazione significa investire nell’ignoranza.”

  Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si accetta di utilizzare cookie.Per ulteriori informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggere la sezione Cookie Policy

Accetto cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information