Leggi l'informativa del Regolamento Europeo GDPR

Il sito utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione

Stampa

Decreti negativi che ci rovinano le giornate.

(cancella il decreto negativo con: ANNULLATO e 
riformula il pensiero in positivo )

Ti propongo di porre attenzione a tutti i decreti che emetti durante una giornata.
Provo a ricordarteli, te ne propongo qualcuno per farti capire che cosa intendo: 
"Gli affari vanno malissimo", "Le cose stanno andando molto male", "La gioventù è persa", "Il traffico è impossibile", "Il Governo è ladro", "Non si trova lavoro", "Il mondo è una giungla", "Non lasciare l'automobile in strada perché te la ruberanno", "Gli imbroglioni si incontrano dappertutto", "Ho paura di uscire", "Stai attento che ti farai investire", "Va a finire che lo rompi", "Sono proprio sfortunato", "Non posso mangiarlo, sono sicuro che mi farà male", "Io ho una pessima memoria", "Soffro sovente di una terribile emicrania", "Ho il nervo sciatico che mi fa molto male", "Questa è davvero una disgrazia", "Stammi lontano che mi attacchi il raffreddore".

(cancella il decreto negativo con: ANNULLATO e 
riformula il pensiero in positivo )

Se analizzi questi decreti, e hai compreso quanto grande sia la loro potenza, allora le cose spiacevoli non ti sorprenderanno più; saprai infatti riconoscerle come il risultato di un decreto che hai emesso tu stesso. Hai dato un ordine ed è stato eseguito.
Adesso ricorda, e non dimenticarlo mai più, che ogni parola pronunciata può essere un decreto positivo o negativo.
Se è positivo si manifesterà con cose belle e piacevoli, se è negativo si manifesterà con cose brutte e dispiaceri.
Ricorda anche che quando affermi qualcosa di negativo contro qualcuno (ovvero emetti un decreto), è come se tu stessi condannando te stesso: ti ritorna indietro. 
Se invece affermerai cose buone e positive allora arriveranno a te la bontà e la comprensione dagli altri.

Conny Mendez

...meditiAmo Gente &, sopratutto, pratichiAmo... 

TwitterLinkedin