Stampa

I PUNTI RIFLESSI DELL’AMORE DIVINO NEL NOSTRO CORPO

L’uomo possiede diversi centri dell’attenzione. 

Possiamo chiamarli: 
- Centro dell’attenzione del Corpo 
- Centro dell’attenzione dell’Anima  
- Centro dell’attenzione dello Spirito.

Il centro dell’attenzione del corpo sono i nostri organi del senso, soprattutto l’organo della vista.

Il centro dell’attenzione dello spirito è il cervello, la mente. Dove è diretta l’attenzione dello spirito? Potrebbe essere rivolta verso il corpo, in tal caso questo centro funziona all’unisono con i centri dell’attenzione del corpo. 
Ma nella maggioranza dei casi l’attenzione del cervello è rivolta all’interno, si occupa dei pensieri, per lo più nella maniera inconscia. 
La mente risolve i problemi a livello conscio per brevi periodi; per tutto il resto del tempo dorme o sta vagando, facendo la scansione del corpo sottile e urtandosi continuamente contro gli stessi accumuli energetici che la costringono a fare sempre gli stessi ragionamenti.

Il centro dell’attenzione dell’anima è il Cuore. È la scintilla della Fonte dataci dal Creatore. È quell’osservatore che inizia ad agire quando la mente si ferma. È il centro primario dell’attenzione, che nella maggioranza dei casi è completamente staccato. 
Delegando il suo lavoro al corpo e alla coscienza, resta chiuso e sigillato dal dolore, perché attorno c’è un forte blocco delle energie sottili. 
E l’energia dell’Amore è ferma dentro. Con la delega di tutte le valutazioni al corpo e alla mente.

Quando m’insegnavano ad aprire la fonte, mi dicevano di cercare un punto nel petto, di dirigervi tutta attenzione, di diventare quel punto. Io cercavo di farlo, ma invano. 

Succedeva qualcosa di diverso. L’attenzione della mente si concentra sul Cuore e rimane lì. Con qualche sensazione. Se l’energia è fluida, un po’ di energia esce dal chakra del Cuore, esce dal corpo. 
Ma non è l’Amore, la frequenza di questa energia, la frequenza di tutti i chakra, anche di quelli superiori, è infinitamente più bassa rispetto all’energia della Fonte, del Creatore. 
L’energia dell’anima, l’energia dell’Amore è dolcemente calda, ed è impossibile confonderla con altre cose.

E poi la voce telepatica dell’aiutante interiore mi disse una semplice frase: “Ferma la mente, senti con il Cuore”. 
L’attenzione non va fissata sul Cuore, deve scaturire dal Cuore. Che il Cuore sia l’unico occhio. Solo così il Creatore può osservare la sua creatura, attraverso te, da dentro di te. Solo così la sua attenzione, il suo Amore possono uscire e manifestarsi in questa realtà.
Quando la fonte e l’attenzione del Cuore iniziano appena ad aprirsi, non possiedono una particolare sensibilità, ma man mano che l’anima e lo spirito si ripuliscono da dentro, il Cuore si apre e queste sensazioni iniziano a percepire l’Amore nel Mondo.

In un determinato momento si può sentire che ‘tutto’ è pieno dell’Amore di Dio. 
Esiste ovunque: nell’aria, nella terra, negli alberi, negli uomini, in tutte le cose. Ma la sua concentrazione è diversa. Gli esseri viventi ne hanno di più, ognuno ha la sua scintilla che possiamo percepire.
Alcune persone hanno la fonte molto più aperta della mia. Tutto lo spazio intorno a loro è fatto d’Amore, e quando loro spostano la loro attenzione su di te, scopri che il loro Amore ti avvolge, sai che puoi anche aprire lo smartphone ed iniziare a leggere un testo qualsiasi, e questo sarà pieno d’Amore. 
Anche se non lo vuoi, lo ricevi, perché l’Amore del Creatore è onnipresente.

L'attenzione dello spirito e dell’anima possono funzionare all’unisono. La coscienza determina l’obiettivo, sintonizza il raggio dell’attenzione (Ajna) su un oggetto, e dopo, il raggio dal Cuore può fare una scansione dello spazio o della persona, in maniera analoga. 
Ma le scansioni provenienti dall’Ajna fanno sentire la struttura sottile dell’uomo, mentre le scansioni del raggio proveniente dal Cuore creano dei riflessi d’Amore del Creatore. 
Sono i riflessi dentro il tuo Cuore. Si può avvertite il dolore o la chiusura del Cuore di qualcuno, se può sentire il suo Amore, e la sua intensità. 
È facile trovare il punto di questo riflesso. 

Nel mio corpo, come nel corpo degli altri, lo avverto poco sopra il chakra del Cuore. 
Negli animali, si trova 7-15 cm sotto il collo, dipende dalle dimensioni dell’animale. La natura ha provveduto per tutti, e l’energia della creazione è ovunque, in tutti. 
Quanto agli alberi, la sento più o meno nell’area del centro visuale del tronco, o poco sotto.

Il mondo è un oceano dell’Amore del Creatore. Solo sentendolo puoi capire e diventare consapevole dell’unità del Tutto.

Maxim Monin

  Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si accetta di utilizzare cookie.Per ulteriori informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggere la sezione Cookie Policy

Accetto cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information