Leggi l'informativa del Regolamento Europeo CDPR

Il sito utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione

Stampa

Cristalli & Cristalloterapia

Questi inseparabili Compagni di Viaggio presenti negli orologi, negli elaboratori, nei telefonini, e in tutte quelle apparecchiature che utilizziamo oggi, fino ai grandi Cristalli, nascosti sotto il suolo, nei punti sincronici del Pianeta, che regolano costantemente le energie che incautamente, manomettiamo.
La fama del cristallo come gioiello prezioso risale alle civiltà antiche, sino a quella di Atlantide, dove si credeva che l’energia del Sole fosse per così dire ‘imprigionata’ da un cristallo che agiva da fonte di rifrazione dell’energia solare. La tradizione stessa vuole che nel cristallo sia contenuto l’intero Universo. Il Cristallo di Rocca prende il nome dal termine Greco ‘Krystallos’ ghiaccio, in quanto gli antichi Greci pensavano che il cristallo fosse acqua ghiacciata in eterno per volere degli Dei.

"Attraverso i Cristalli possiamo entrare in sintonia con quella garbata magia che è in noi e intorno a noi." 
 
 

La cristalloterapia è una terapia complementare che consiste principalmente nell'impiego di cristalli, minerali e pietre preziose come metodo di guarigione. Nota sin dall'antichità come litomedicina, questa pratica curativa veniva impiegata in varie culture asiatiche ed europee, senza però mai raggiungere l'importanza di altre discipline come quelle erboristiche. L'aspetto principale su cui si basa riguarda la peculiare caratteristica dei minerali di irradiare, ossia di emettere energia grazie ai loro campi magnetici in modo costante e molto uniforme. Si pone come complemento naturale agli altri metodi terapeutici, siano essi allopatici, omeopatici o legati alla psicoterapia. Ogni cristallo o minerale è in grado di emanare vibrazioni specifiche, dovute all'assorbimento di particolari energie associate ai campi elettromagnetici che lo circondano (la formazione di un minerale richiede tempi molto lunghi, in certi casi di alcune centinaia di anni); queste vibrazioni possono entrare in risonanza con alcuni organi del corpo, influenzando reazioni corporee, spirituali o intellettuali.

Se desideri prenotare una seduta di cristalloterapia puoi telefonare al n° 3281805682 - durata: 75 minuti - costo € 65,00

Domenico Antonio Veneziano De Vita
Educatore e Naturopata, si dedica da ventisette anni alla divulgazione e all’insegnamento delle Terapie Naturali, della Comunicazione, della Formazione, della Motivazione e della Guarigione Olistica.


Riceve con appuntamento dalle ore 8:00 alle ore 19:00 
per: Consulenze singole e di coppia - Riequilibrio energetico - Educazione alimentare e test per le intolleranze - Riflessologia Plantare - Ipnosi e Regressione - Naturopatia -
'La Via Del Cuore' - Studio di Terapie Naturali e Crescita Personale
Via Valverde, 96 - Botticino Sera (BS)
Telefono: 3281805682
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seminario Cristalloterapia

I CRISTALLI

Ametista

Il suo nome (a-methystos) proviene dalla Grecia antica e significa ‘che non può essere ubriacato’. Infatti, già a quei tempi questo minerale era noto ed apprezzato per la sua capacità di favorire la lucidità mentale.
Nel Medioevo, Konrad Von Megemberg affermava che l’Ametista è un minerale in grado di rendere desto e vigile l’uomo, scacciando i pensieri negativi ed astrusi e conferendo equilibrio e buon senso.

Terapia 

Spirito: stimola la consapevolezza spirituale e facilita la presa di coscienza della realtà e dell’anima.
Rafforza il senso di giustizia, la capacità critica e conferisce onestà e rettitudine.
Come pietra meditativa, si rivela utile perché esalta la capacità introspettiva, rivelando al soggetto la sua saggezza interiore.
Psiche: il suo impiego si rivela utile nei momenti di tristezza, soprattutto quando sono determinati da danni o da perdite subite, consentendone il superamento. Facilita l’emersione nella coscienza delle immagini oniriche. Se la si mette sotto il cuscino, rende più vividi e chiari i sogni. Dopo qualche giorno il sonno diverrà profondo, tranquillo ed effettivamente ristoratore. In stato di veglia, l’Ametista favorisce l’ispirazione e l’intuizione.
Mente: promuove la consapevolezza e la sobrietà. Aiuta il soggetto ad affrontare in modo coerente e cosciente tutte le situazioni in cui si trova. Favorisce la concentrazione e l’efficienza dei processi di pensiero, contribuendo al superamento dei meccanismi incontrollati e delle manie.
Livello fisico: agisce attenuando i dolori e le tensioni, collegate a emicranie, a ferite e a gonfiori. É utile nei disturbi del sistema nervoso, dei polmoni e della pelle.
Impiego: per ottenere i migliori effetti a livello spirituale l’ametista deve essere tenuta costantemente a contatto con il corpo. Sul piano psicologico, può essere anche collocata, come drusa in casa. Assunta come elisir ha un effetto completo, a livello fisico, mentale e spirituale.

Adularia (Pietra di Luna)

 

È una pietra misteriosa, associato alla Luna, collegata alla donna, alla femminilità, alle maree e all’inconscio.
Nell’Est Europa è stata a lungo utilizzata come amuleto portafortuna. In cristalloterapia è utilizzata per accompagnare nel proprio viaggio interiore, alla scoperta delle proprie verità nascoste. Aiuta a recuperare quella parte di sé che è andata persa, spesso la più vera. Porta luce nel mondo interiore dove è calata l’oscurità.
È una pietra lavica e il suo sistema cristallino è monoclino, appartiene alla famiglia dei feldspati come l’Ossidiana, si può trovare in commercio bianca, bruna o blu con riflessi chiari.
È ideale per chi si trova spesso vittima delle proprie maree interiori. Si addice bene a chi ha un temperamento instabile e passa con facilità dal riso al pianto. Gli stati d’animo oscillano offrendo un ritmo molto particolare alla vita, ma non per questo meno vero. Coloro che sentono una forte affinità con la pietra di luna, solitamente non amano in particolar modo pensare a ciò che potrebbe capitar loro più in là di pochi giorni e cercano di vivere la vita sul momento.
Sono consapevoli che ciò che apprezzano e desiderano fare oggi, potrebbe non rispecchiare i desideri e i sogni di domani. Questo comportamento può essere in realtà molto equilibrato, permettendo alla persona di vivere con serenità. Altre volte invece, può esservi una forte propensione alla “leggerezza” a tal punto che ogni minimo impegno può risultare insopportabile.
Può essere utilizzata indistintamente da uomini e donne, nonostante sia molto più evidente l’affinità con il sesso femminile. Tante le sue proprietà, specialmente quelle legate alla sfera mentale e spirituale.
Gli antichi romani e i popoli orientali hanno utilizzato questa pietra per quasi 2000 anni nel settore della gioielleria! Anche in India è una pietra sacra e sembra che sia regalata alla donna in occasione delle sue nozze.
Si dice che aiuti a ritrovare il sonno perduto. Protegge durante i viaggi, specialmente quelli che prevedono l’attraversamento delle acque o sono effettuati durante la notte.
È allineata con il sistema riproduttivo femminile. Accompagna con dolcezza la donna in gravidanza e favorisce il concepimento. Allevia i dolori del ciclo mestruale e quelli che spesso accompagnano l’ovulazione. Porta equilibrio a livello ormonale ed è utile contro la ritenzione dei liquidi. Può essere utilizzata per favorire l’eliminazione delle tossine dal corpo.
La sua luce riflessa rischiara i nostri pensieri, donandoci buoni consigli. Non solo, ha un forte potere equilibrante e calmante. Indossandola costantemente, aiuta a rendere più forte la personalità, a esprimersi con sicurezza invece che reprimere pensieri ed emozioni.
È utilizzata da chi soffre di fame nervosa per separare il cibo dalla carenza emotiva.
La donna che indossa l’Adularia, stimola il suo lato intuitivo e chiaroveggente. Stimola l’energia della Kundalini. Quando è l’uomo a indossarla, riuscirà a far emergere il suo lato più sensibile, entrando in sintonia con il suo lato femminile.
A livello spirituale aiuta ad armonizzarsi con i cicli della vita e della natura, mettendo da parte quei ritmi frenetici ai quali tanto ci siamo abituati a ubbidire. Chi desidera fare un viaggio interiore può utilizzarla durante la meditazione, aiuterà anche a recuperare alcuni aspetti perduti della propria personalità.
È una pietra che riesce a stimolare coraggio e calma. Apre il Cuore al sentimento, soprattutto quando è stato chiuso dalle troppe delusioni. Utilizzandola, si otterranno sogni profetici.
Se posizionata sul Primo Chakra, stimola l’energia della Kundalini. Riesce a rimuovere i blocchi emotivi che impediscono di avere un figlio.  La donna che la indossa di notte armonizza il corpo con i cicli naturali.
Aiuta l’artista a raggiungere la sua massima espressione. Promuove la stabilità e l’auto-accettazione. Aiuta coloro che sentono troppo il peso dei propri problemi, ad apprezzarsi di più per ciò che sono.
In India rappresenta la speranza e la purezza di spirito. È la pietra che nega l’ego a favore della vera persona. Rafforza la fede e la mantiene accesa in coloro che, per motivi spirituali, eseguono dei ritiri contemplativi.
Una leggenda asiatica vuole che le pietre di luna blu nascono dalle maree e le più belle e preziose arrivano ogni 21 anni in mano agli uomini. Questo cristallo era considerato comunque un minerale capace di portare la fortuna. Credevano che, quando il suo proprietario covava rabbia e rancore, essa perdeva la sua lucentezza argentea.
Secondo una leggenda romana, racchiudeva l‘immagine di Diana, nonché Dea della Luna, della ricchezza e dell’Amore. Credevano anche che indossarla aiutasse a stimolare il potere profetico al fine di prendere decisioni sagge.
Mettere una Pietra di Luna nella vostra casa per favorire la creatività e la voglia di stare insieme. Stimola la sincerità, anche quando può far male. Dona concentrazione e determinazione. Valorizza lo spazio di lavoro, soprattutto quando condiviso con altre persone.
Aiuta a identificarvi con lo Spirito. Posizionatelo sul Settimo Chakra durante la meditazione e riuscirete a connettervi ai piani superiori e ottenere la sicurezza di cui avete bisogno per intraprendere nuove brillanti azioni. Stimola equilibrio anche negli altri Chakra.
Purificatela direttamente sotto l’acqua lavandola con un po’ di sapone liquido. Caricatela con l’energia della Luna piena o crescente. Potete posizionarla per i caricamenti successivi anche sopra una drusa di Ametista.
È collegata all’unico satellite naturale della Terra (la Luna) e di conseguenza, all‘elemento acqua e la donna. Non solo, è anche l’immagine più utilizzata della Grande Madre in ognuna delle sue forme: Vergine (Luna crescente), Madre (Luna piena), Vecchia (Luna calante) e Strega/morte (Luna nuova).
È il simbolo per eccellenza del cambiamento che ogni donna affronta mensilmente. Luna crescente (pre-ovulazione), Luna piena (ovulazione), Luna calante (pre-mestruale), mestruazione (Luna nuova). Il ciclo poi riparte, tanto per la donna quanto per la Luna. Interessante notare anche che la durata dei cicli lunari e mestruali coincidono.
Quando una donna indossa l’Adularia va a ‘lavorare’ sul proprio lato intuitivo e, se posizionato all’altezza del Primo Chakra, stimola l‘energia della Kundalini. Rimuove anche i blocchi energetici. Indossandola, aiuta ad armonizzare i cicli naturali della donna, soprattutto quando sono messi un po’ a dura prova a causa del troppo stress.
È collegata alle divinità femminili: a Diana, dea della Luna e dell’Amore per i Romani. Anche nel Galles era tenuta in debito conto perché sacra a Cerridwen, dea dell’ispirazione, della trasformazione, della profezia, la magia e la morte.
Secondo i Sioux, era sacra a Hanwi, il cui nome significa “Sole anche di notte”. Credevano che la pietra fosse capace di proteggere dagli spiriti maligni. È sacra a Selene, la dea greca della Luna e a Nyx, la dea greca della notte.

Crisocolla

 

Mitologia: questa pietra era particolarmente diffusa fra i Nativi d’America, che la utilizzavano per fortificare le capacità di resistenza dell’organismo e per placare le emozioni di rabbia.

Terapia

Spirito: favorisce la serenità interiore e l’introspezione. Aiuta ad accettare i cambiamenti di situazione e a perseguire i propri scopi, nonostante gli alti e i bassi della Vita.
Psiche: aiuta a superare la pigrizia e, al tempo stesso, attenua il nervosismo e l’ipereccitazione.
Mente: promuove la calma, la lucidità mentale e l’imparzialità.
Livello fisico: favorisce la guarigione delle infezioni alle tonsille ed alla gola. Disintossica il fegato e ne stimola l’attività. Abbassa la pressione sanguigna ed accelera la guarigione delle ustioni. Regola l’attività della tiroide e aiuta a superare i disturbi digestivi indotti dallo stress. Infine, contribuisce ad abbassare la febbre, ed ha un effetto rilassante ed antidolorifico, anche in relazione alle fasi mestruali. 
Impiego: per i disturbi di carattere fisico, questo minerale si rivela particolarmente efficace quando è direttamente applicato alla regione interessata. Se, invece, è l’aspetto psicologico-mentale a essere coinvolto, si può assumere sotto forma di elisir, bevendone tre gocce, tre volte al giorno. Per quanto riguarda il lato Spirituale, si può applicare direttamente sulla fronte (Terzo Occhio) 

Diaspro Rosso

 

Secondo la leggenda nell’elsa della spada dei guerrieri troneggiava un Diaspro Rosso che rendeva coraggiosi e invincibili. 
Pietra di potere e di conquista del potere personale, aiuta a realizzarsi e a eliminare pregiudizi o tabù. 
È un’ottima pietra per ‘lavorare’ sui disturbi di radicamento, stimola chiarezza sulla strada che si vuole percorrere, sugli ideali da seguire e sulle scelte da compiere. 
Rafforza la fede negli ideali sostenendo nel compiere gli sforzi necessari per trasformare i propri propositi in fatti. 
Favorisce la comprensione dei problemi più difficili e sviluppa idee chiare sulle scelte da compiere per la propria esistenza. 
Quando siamo a contatto con questa pietra la prospettiva diventa più ottimistica trasmettendo voglia di vivere e un più profondo collegamento con la Terra. 
Porta radicamento e solidità, connettendo con la natura in ogni sua forma, regalando quelle energie che si ottengono vivendoci a profondo contatto. 
Infonde forza, coraggio, risolutezza, spirito di iniziativa, rende tenaci (raccomandato per dirigenti d'azienda), rinforza i propri istinti di difesa. 
Infonde la forza necessaria nell'affrontare situazioni insoddisfacenti, indicata alle persone pessimiste che si scoraggiano facilmente davanti agli ostacoli. 
Anticamente al Diaspro era attribuita la virtù di allontanare i pensieri inquietanti; in Oriente si usava per proteggersi dagli incantesimi. 
Utile nei cambiamenti e per le persone ipersensibili all'energia dei cristalli. 
Sia il Diaspro Rosso sia quello verde rafforzano la fiducia in sé e la volontà, rendono più comprensivi e allontanano i sensi di colpa; possono essere utilizzati da chi è confuso e ha dubbi sulla propria esistenza poiché chiariscono le idee sulla strada da percorrere nella vita. 
Aumenta il desiderio sessuale, accresce il piacere e infonde passione, accende la passione verso la persona amata. 
Accresce l'intuizione istintiva e l’apertura alla guida interiore, rende psichicamente più ricettivi, fornisce sicurezza nella meditazione e durante i viaggi astrali, è di aiuto per rivivere eventi passati attraverso la regressione. 
Gli egiziani sostenevano che il Diaspro fosse l’emblema del sangue della dea Iside. 
Stimola la memoria e la creatività; utile agli artisti, agli artigiani e agli scultori. 
Pietra dei terapeuti e per tutti coloro che si dedicano a trasmettere forza ed energia per aiutare gli altri.
Sull’ornamento del grande sacerdote ebraico, era incastonato, insieme ad altre undici pietre, un Diaspro Rosso che rappresentava il Dio vivente. 
Potente pietra terapeutica, ha un'energia che riguarda prevalentemente il corpo fisico; ha un effetto stabilizzante e purificante sull'aura. 
La sua energia inspira, rinvigorisce e stimola tutto l'essere stimolando l'adrenalina.
Stimola energia nelle situazioni difficili rendendo disponibili risorse insospettate necessarie a superare qualsiasi ostacolo.
È una pietra sacra per i Nativi d’America, che la usano come protezione dalle energie dissonanti e per l’azione radicante. 
Stimola energia del fuoco nel corpo fisico, stabilizza le emozioni.
Può essere d'aiuto in tutti quei casi di cattivo funzionamento del 1° Chakra.
È formidabile per l'apatico, in quanto elimina la stanchezza e la poca voglia; aiuta a superare gli stati depressivi.
Riduce l'insicurezza, i timori e i pensieri inquietanti, elimina i sensi di colpa e dona serenità.
Il Diaspro Rosso apre il Cuore, favorisce la comprensione delle altre persone e delle loro opinioni. 
Indicato a coloro che hanno difficoltà nell'assimilare il ferro. 
Ottimo purificatore del sangue e tutti gli organi collegati alla purificazione del sangue, migliora la circolazione energetica nell'organismo e la qualità del sangue intervenendo anche nella sua ossigenazione; il Diaspro come l’Ematite favorisce la formazione del sangue. 
Portato all'altezza dell'ombelico aiuta stomaco, bile e fegato; purifica e rafforza in special modo il fegato (particolarmente adatta la varietà rosso scuro), sviluppando un'azione positiva anche su cistifellea, vescica, ovaie e utero. 
Rafforza dopo lunghe malattie, ha un'azione antipiretica, sostiene il sistema immunitario e assiste l’organismo nell'eliminazione di tossine e sostanze inquinanti.
Suggerito per migliorare l'udito e la vista, indicato per eliminare gli eccessi di muco e perdita dell’olfatto (da assumere come elisir). 
Utile nelle malattie intestinali, digestivi, stipsi, diarrea (da assumere come elisir la sera), stitichezza, acidità di stomaco, nausea, flatulenza, fegato (rigenera le cellule), bile, calcoli biliari, nefrite, fragilità capillare, emorragie (specialmente mestruazioni e parto), emorroidi e problemi di sovrappeso (causati da disturbi del sistema digestivo). 
In caso di bulimia può esse stretto in mano o tenuto in tasca in caso di bisogno.
Regolarizza il ciclo mestruale e riduce le nausee nei primi mesi di gravidanza, facilita il parto (si può tenere al collo o in mano durante il travaglio); può essere di aiuto durante il parto.
Indicato nei fibromi uterini, polipi e mestruazioni dolorose. 
Aumenta il rendimento muscolare e infonde resistenza fisica. 
In caso di gotta posizionare il Diaspro Rosso sulla parte affetta finché non diventa caldo. 
L'elisir bevuto alla mattina, contrasta l'apatia e collega i ritmi fisici con quelli terrestri, ripristinando il flusso naturale qualora sia stato danneggiato.
Messo in un bicchiere d'acqua per una notte insieme al Quarzo Ialino e a una Magnesite, aiuta a risolvere eventuali problemi di stipsi e flatulenza; è d'aiuto durante la dieta, in quanto equilibra il metabolismo. 
Si applica sul 1° Chakra per rivitalizzare le funzioni dell'organismo. 
Indicato nei dolori al bassoventre, disturbi o infiammazione della bile o nei calcoli biliari, problemi ai reni, malattie del sangue in generale, problemi con l'odorato (mettere il cristallo sul 1° chakra), problemi al pancreas. 
In caso di debolezza digestiva porre la pietra sul basso ventre o assumere l'elisir. 
Si possono tamponare le ferite con l'acqua di Diaspro rosso
Santa Ildegarda consigliava il Diaspro Rosso come pietra protettiva per il parto, per la sordità, per raffreddori e reumatismi e contro gli incubi 

MODALITÀ D'IMPIEGO

Ha maggiore efficacia sul 1° e il 2° Chakra e nei vortici delle mani; protegge i chakra inferiori.
Montato su un anello da portare al dito medio è utile per prevenire malattie dell'apparato genitale e migliorare l'ossigenazione del sangue.
Il suo effetto è più efficace se si usa per lunghi periodi di tempo. 
Assunto come elisir ha un effetto completo, a livello fisico, mentale e spirituale.
 

Ematite

 

Questa gemma nera e lucente nasconde al suo interno una parte rosso scuro. Contiene ferro e quando viene lavorata, l’acqua che la raffredda si tinge di rosso sangue. Per questo è chiamata Pietra sanguigna. E’ una pietra molto importante in Cristalloterapia. E’ fondamentale la sua azione sul I° chakra perché le sue vibrazioni nere e rosse sono un autentico motore per il corpo.

Livello fisico: è un potente purificatore e aiuta a disintossicare il corpo. Stimola la ricostituzione del sangue (in particolare la produzione di globuli rossi e, di conseguenza, aumenta l'apporto di ossigeno ai tessuti) e delle cellule, attiva il cuore e la circolazione sanguina. Facilita l'assimilazione di ferro da parte dell'intestino tenue.
Fortifica i polmoni, il fegato, i reni. Aiuta il processo di rigenerazione dei tessuti nelle malattie e per le ferite. É efficace contro le varici, l’embolia, ed i problemi circolatori. Aiuta a riassorbire meglio gli ematomi e a calmare le emorragie. Favorisce la guarigione completa delle ferite (aperte) e stimola il corpo (è popolare fra gli atleti e gli sportivi perché infonde energia di base).
Applicata con un cerotto alla base della colonna, dà sollievo in caso di emorroidi.
Facilita il sonno profondo e aiuta a addormentarsi più facilmente.

Livello Mentale: stimola la volontà, il coraggio e l'attività in generale. Incita a ricominciare ed a ripartire da zero, a sviluppare la spontaneità, la forza di decisione e il coraggio necessario per vivere. Trasforma le energie negative in positive e stimola il proprio centro energetico. Raccomandata quando una persona necessita di trovare il coraggio necessario per affrontare una situazione che gli risulta difficile da superare. L'energia dell'Ematite stimola la concretezza nel prendersi cura dei propri bisogni fondamentali e, quando occorre, aiuta a essere combattivi e grintosi per soddisfare tali bisogni.
Livello Spirituale: stimola il miglioramento delle proprie condizioni esistenziali, conferisce volontà di vivere e spontaneità. Può essere portata direttamente sul corpo, assunta come elisir ha un effetto completo, a livello fisico, mentale e spirituale.

Granato

 

Mitologia: il Granato corrisponde al medioevale Carbonchio, la pietra con cui la leggenda attribuiva la facoltà di risplendere nell’oscurità. Era considerata la pietra degli eroi. Questa credenza popolare era basata sul fatto che il Granato grezzo aveva un aspetto insignificante che diveniva molto bello, una volta lavorato… Questa trasformazione era considerata come una metafora del processo di crescita dell’individuo, che affrontando prove e difficoltà, poteva trasformarsi in un luminoso essere.
Durante le Guerre Medioevali, il Granato era posto sugli scudi e sul pomo delle spade.

Terapia:

Spirito: Aiuta a uscire dalle situazioni che sembrano senza via d’uscita. È la pietra più adatta nei momenti di crisi. Non a caso divenne di moda nel periodo del primo dopoguerra. Il Granato aiuta l’individuo a svolgere i suoi compiti quotidiani. Rinforza il fuoco interiore, il desiderio di affermarsi, e la capacità di collaborare con gli altri.
Psiche: Promuove la fiducia in Se stessi, la forza di volontà e la gioia di vivere. Infonde coraggio, speranza e ottimismo. Aiuta a considerare gli ostacoli come sfide. In presenza di situazioni critiche, il Granato genera una perseveranza, che è fonte di stupore per l’interessato stesso.Aiuta a liberarsi da inutili tabù e inibizioni, rendendo più ricca la vita sessuale.
Mente: Aiuta a liberarsi dai condizionamenti passati, mettendoci in condizione di iniziare una nuova vita. Stimola lo sviluppo di nuove idee e rafforza la capacità di metterle in pratica.
Livello fisico: Rafforza il potere di rigenerazione dell’organismo. Elimina i blocchi energetici, stimola il metabolismo ed equilibra la composizione dei fluidi organici, in particolare del sangue. Stabilizza la circolazione e rafforza il sistema immunitario, facilita l’assimilazione delle sostanze nutritive, accelera la guarigione di ferite interne ed esterne.

Può essere portato come pietra decorativa, montata su collane, bracciali e medaglioni. In alternativa, può essere applicato direttamente sulla parte del corpo che si desidera curare. Assunta come Elisir ha un effetto completo, a livello fisico, mentale e spirituale.

Herkimer

 

Cristallo di quarzo estratto unicamente nella località di Herkimer (New York). È tra i cristalli più efficaci per purificare e sciogliere le zone emotivamente tese e congestionate. Poteri speciali gli sono attribuiti se lo si colloca sotto il cuscino durante il sonno: infatti può avviare processi consci esterni alle esperienze corporee o permettere una ricostruzione accurata dell'attività onirica. Simili spesso a quarzi con doppia terminazione, talvolta presentano addirittura terminazioni triple o quadruple, nonché protuberanze sporgenti dai lati, con rari casi di facce prive di terminazione.Proprio questa caratteristica delle terminazioni multiple dà alle pietre la loro carica particolare di energia dinamica. Pulisce i corpi sottili. Riduce lo stress. Favorisce un apporto extra di energie. Stimola l'eliminazione delle tossine. Equilibra e purifica l'energia all'interno del corpo/mente. Qualità molto simili al Quarzo Ialino, è un potente amplificatore.  Esalta la visione all'interno di noi stessi; aumenta la presa di coscienza dei sogni; memorizza le forme di pensiero e le informazioni. Stimola l'apertura del 3° Occhio. Agisce da antistress, purifica l'aura, elimina i blocchi emozionali. Porre sul 6° Chakra al fine di aumentare la capacità di concentrazione fino alle esperienze telepatiche e sviluppare un miglior assorbimento di informazioni. È usata dai terapeuti come parte terminale di un pendolo per aiutare a focalizzare i punti critici di dispendio o accumulo energetico nei meridiani e anche come ponte posta fra un chakra e l'altro per favorire il flusso di energia. Ottimo sostituto del costoso diamante; agisce su tutti i chakra, aumenta l'energia e le qualità terapeutiche di altre pietre.

Lapislazzuli

 

Era anticamente usato a scopi ritualistici in Egitto e in Mesopotamia.

Promuove la saggezza e l’onestà, pertanto, aiuta a esprimersi con sincerità rendendo estroversi e facilitando l’espressione dei sentimenti. Infatti, la pietra ci aiuta a esprimere con franchezza le nostre opinioni. In campo esoterico, è associato al pianeta Mercurio. Come uso dev’essere applicato sul Terzo Occhio, allo scopo di ampliare il campo spirituale e la consapevolezza. È anche un ottimo amuleto che favorisce la benevolenza degli astri, mitigandone gli aspetti e i transiti negativi. È una delle più antiche gemme di cui si conosce traccia. Gli antichi Sumeri credevano che contenesse l’essenza e la forza della Divinità e che portasse gioia ed allegria nella vita di chi lo possedeva, che liberasse l’anima dai peccati, dall’invidia e dalla paura. Il suo intenso colore blu e le pagliuzze dorate sulla sua superficie ricordano l'immagine di un cielo stellato. Gemma connessa a Iside, e quindi alla seduzione e ai piaceri della carne, si credeva conferisse una carica sensuale molto forte alla persona che la indossava. Era perciò consigliata alle donne di mezza età per aumentare il loro potere seduttivo.

Le donne sposate la indossavano per avere la garanzia della fedeltà da parte dello sposo per tutta la vita. È collegato al 5° Chakra (la manifestazione dell’energia dell’Anima passa attraverso il Chakra della gola) È simbolo dell’espressione del Sé, di crescita spirituale, di protezione, di coraggio e di guarigione.

  • Pietra importante per la nostra evoluzione, l’eloquenza e la comunicazione a tutti i livelli.
  • È legata alle nostre voci interiori, al nostro dialogo interno.
  • Con il Lapislazzulo possiamo anche scoprire il piacere della solitudine e il gusto di ritrovarci con noi stessi.
  • Posizionato sul terzo occhio ne incrementa il potere e facilita la comunicazione con il Sé superiore e le dimensioni più alte.
  • Potenzia la nostra visione interiore, le nostre facoltà psichiche come: la chiaroveggenza, la chiaroudienza e la telepatia.
  • Le sue vibrazioni ci aiutano a superare i blocchi che impediscono la crescita psicologica e spirituale.
  • Ci aiuta a ritrovare la chiarezza mentale e a mettere ordine nei nostri pensieri, portando allo scoperto quello che sono i nostri talenti e le nostre qualità inespresse.
  • Attiva la fiducia in Sé stessi, aumenta la forza di volontà e rafforza la fede.
  • Quando ti senti inadeguato e timido, indossare Lapislazzuli ti aiuterà ad avere una maggior integrazione con gli altri.
  • Porta armonia nelle relazioni interpersonali.
  • È infatti conosciuto e apprezzato anche come pietra dell’amicizia.
  • Rende estroversi favorendo l’espressione verbale, l’esternazione dei propri sentimenti e la franchezza delle opinioni.
  • È estremamente efficace per tutti coloro che usano la voce nella loro professione.
  • Aiuta a superare il timore di parlare ed a esibirsi in pubblico.
  • Rende l’espressione verbale fluida.
  • Stimola la creatività artistica e aiuta a trovare l’ispirazione in qualsiasi campo. Svolge un compito di coordinazione tra il pensiero e la parola espressa.
  • Svolge un’azione benefica sul sistema neuro vegetativo.
  • Utile in caso di lacrimazione degli occhi, di pressione alta e per le punture di insetti.
  • È utile in caso di scarsa virilità causata da stress.

Agisce sulla ghiandola tiroidea favorendo l’equilibrio ormonale. È riconosciuto un buon purificatore di sostanze tossiche, un depuratore anche per gli alimenti, quindi è consigliabile tenere una pietra di forma di conica o piramidale in cucina e nei luoghi che si ritengono essere energeticamente negativi. Con il suo potere disintossicante ripulisce il corpo, la mente e lo spirito. Abbinato al Quarzo Rosa e all’Ametista ci aiuta ad eliminare vecchie ferite e cicatrici profonde. Portato al collo, favorisce la salute e la crescita, protegge da eventuali pericoli e allontana gli incubi notturni. Stimola i viaggi onirici.
Si dice che ogni mago dovrebbe possedere, usare e portare con Sé un Lapislazzulo. Poggiato sulla fronte è utile per eliminare la dispersione e per trovare la concentrazione. Assunta come elisir, ha un effetto completo, a livello fisico, mentale e spirituale.

Marmo

Mineralogia: è una roccia metamorfica, in genere, monominerale, in quanto costituita esclusivamente da calcite. Si forma per la metamorfosi del calcare. Mitologia: Il termine marmo, dal greco ‘pietra bianca’. Aveva la facoltà di mutare il dolore in gioia, e da sempre considerato simbolo di ricchezza, gloria e splendore.

Terapia

Spirito: aiuta l’individuo a rimuovere le cause della propria infelicità. Lo aiuta inoltre, a superare la rassegnazione, rendendolo più dinamico e attivo.
Psiche: fa emergere pensieri rimossi o repressi, che spesso sono per l’individuo un’inconscia fonte di dolore.
Mente: apre nuove prospettive. Promuovendo la soluzione creativa dei problemi.
Livello fisico: migliora l’utilizzo del calcio da parte dell’organismo. 

Impiego: può essere portato addosso come pietra decorativa, montata su collane, bracciali e medaglioni. I suoi effetti si rivelano più potenti quando è tenuto a diretto contatto con il corpo. Mostra inoltre la sua efficacia, anche quando è utilizzato in un’abitazione come materiale da costruzione.

 

Se desideri prenotare una seduta di cristalloterapia puoi telefonare al n° 3281805682 - durata: 90 minuti - costo € 65,00

Domenico Antonio Veneziano De Vita
Educatore e Naturopata, si dedica da ventisette anni alla divulgazione e all’insegnamento delle Terapie Naturali, della Comunicazione, della Formazione, della Motivazione e della Guarigione Olistica.


Riceve con appuntamento dalle ore 8:00 alle ore 19:00 
per: Consulenze singole e di coppia - Riequilibrio energetico - Educazione alimentare e test per le intolleranze - Riflessologia Plantare - Ipnosi e Regressione - Naturopatia -
'La Via Del Cuore' - Studio di Terapie Naturali e Crescita Personale
Via Valverde, 96 - Botticino Sera (BS)
Telefono: 3281805682
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seminario di Cristalloterapia

Siamo stati condizionati e programmati a considerare il tempo come un avvenimento lineare avente un inizio, una durata e una fine. Poiché siamo nati con questa visione della realtà, ci consideriamo a nostra volta esseri lineari, inseriti in una realtà tridimensionale. Anche colui che crede di aver avuto altre esistenze precedenti in luoghi e tempi diversi, le considerano come appartenenti al passato, mentre il presente è la vita attuale, cui farà seguito il futuro, di là da venire.
L’esistenza che viviamo adesso è solo una sfaccettatura del nostro Io. Siamo, infatti, esseri potenzialmente multidimensionali. Esseri Spirituali che stanno vivendo un’esperienza materiale e non il contrario, come ci hanno fatto credere. Dotati delle facoltà di sviluppare il nostro stato di consapevolezza (in quanto razza umana) nella quarta dimensione (il quarto Chakra, il Cuore) e di dare corpo alla forza dell’Amore. Il nostro essere non cesserà mi di esistere, pur cambiando forma una miriade di volte ed esprimendosi in una moltitudine di modi.
Danzeremo su questa Terra e poi via via sulle Stelle e nella Luce al Centro della Galassia, ma per fare ciò dobbiamo cambiare le nostre concezioni sulla Vita e sulla Morte, sul Tempo, su Noi stessi e sull’Universo di cui facciamo parte. Il primo passo consiste nel guarire le ferite che ci feriscono il Cuore e limitano le manifestazioni dell’Amore.
Come guarire le ferite? Con il ‘Perdono' che è la chiave.
Dapprima impariamo a perdonare noi stessi per gli errori che crediamo di aver commesso: in effetti non esiste giusto e sbagliato ma solo, vero e falso ‘Sii sempre Vero’. In seguito impariamo a perdonare, uno ad uno tutti gli altri, smettendo di incolpare, tutto ciò che è all’esterno e rivolgendo, finalmente, l’attenzione verso di noi. L’Autostima consiste nel sapere, profondamente che siamo guidati, che ogni situazione/problema che viviamo è solo un’esperienza che cela già in sé la soluzione. Sapere che ogni atto, ogni impresa, ogni malattia, ogni gesto ci riconduce, inevitabilmente, verso Casa.
Se l’origine della malattia è Karmica, la guarigione avverrà solo quando il Karma (legge di causa e effetto) sarà stato integrato in questa incarnazione o in una delle prossime. All’origine della malattia, infatti, vi è una specie di ‘scatola nera’, dove è registrato il programma di prove che l’anima incarnata dovrà affrontare e superare per annullare il proprio debito karmico.
Se scegliamo la via del Terapeuta, è fondamentale sapere, che possiamo prestare la nostra opera, solo a condizione che la persona lo richieda. Teniamo sempre presente che è sempre e solo la persona che si autoguarisce. Che ogni tipo di terapia/guarigione, sia essa medica, naturopatica, ecc. è sempre Consacrata da Dio.
Amore distaccato e Fede sono le due energie ispiratrici del Terapeuta Olistico. Arrivare al Cuore della persona e legarlo al proprio Cuore, potrà sembrare eccessivo; ma ai livelli ove la guarigione avviene, l’Amore non si misura con il contagocce. ‘Chiedi e Ti sarà dato’.

Per essere ricettivi ai messaggi della malattia, è buona norma lasciare che affiorino dal nostro inconscio. 
Ciò può avvenire nel sonno, o durante una meditazione, oppure aprendo un libro e leggendo la prima frase che capita sotto gli occhi o ascoltando le parole pronunciate da uno sconosciuto.

Il Sé Superiore è dotato di una fantasia inesauribile nell’escogitare i modi con cui fare pervenire le risposte! Ogni domanda, se sincera e posta col Cuore, riceverà la sua risposta: ‘Chiedi e Ti sarà dato’.

Meditare con i Cristalli

Qualsiasi cristallo o pietra curativa si può usare con un partner nella meditazione, li si può tenere in mano o indossare durante la meditazione al fine di assorbirne le proprietà specifiche. I cristalli o le pietre possono anche venire collocati all'interno del campo visivo per essere usati per la concentrazione mentale, in questo modo servono da oggetti simbolici per la concentrazione. Li si può porre sul Chakra del Cuore per l'equilibrio emotivo, o sulla fronte per la chiarezza mentale. Può darsi che troviate un cristallo che specificatamente vi comunichi che il suo fine è di approfondire e rinvigorire le vostre meditazioni, o può darsi che vogliate sperimentare i vari modi in cui le differenti pietre influiscano sulle vostre meditazioni. Il quarzo ialino è uno dei cristalli che sono usati per stimolare il Chakra della Corona (l'energia più elevata del corpo, situata sulla sommità del capo).
Giacendo a faccia in su e mettendo l'apice di un cristallo trasparente alla sommità del capo, sono liberati i centri superiori della coscienza e si acquisisce uno stato di maggior consapevolezza. 
Nel corso di questa meditazione si potrebbe ottenere un risultato aggiuntivo, se si mettessero un cristallo di ametista sulla fronte per calmare la mente che un citrino sull'ombelico per ancorare l'esperienza della realtà fisica. Qualsiasi risultato si intenda ottenere dalla meditazione, si può programmare un cristallo trasparente svuotando la mente e tenendolo in pugno durante la meditazione. I cristalli maestri per esempio, se provate ansia per un'intervista a un esame che dovete affrontare, tenete il punto terminale di un cristallo trasparente sul centro del terzo occhio e visualizzatevi come se foste calmi, sicuri, fiduciosi e vi muoveste a vostro agio in quella situazione. Proiettate questa forma di pensiero nel cristallo e poi sedetevi tranquillamente, tenendo il cristallo, mentre ribadite a voi stessi la realtà positiva che avete creato.
Potete portare con voi questo cristallo, tenerlo in pugno, guardarlo o pensarlo mentre si svolge l'evento per cui vi siete preparati. Il cristallo, trattenendo la forma di pensiero programmata, riverbererà su di voi quella visione, comportandosi come un assistente o un amico.
Se avete motivo di chiedere una risposta a una specifica domanda, chiedetela e poi mettete un cristallo di quarzo trasparente, singolo o doppia terminazione (le cui estremità convergano naturalmente in un punto), sul centro del terzo occhio e osservato la risposta nell'occhio della vostra mente. Se avete bisogno di inviare pensieri d'Amore o preghiere a un'altra persona, orientate il cristallo dal Chakra del Cuore verso l'esterno, visualizzate il risultato desiderato e proiettando attraverso il cristallo l'immagine che deve essere ricevuta dalla persona per cui voi pregate, se questa persona è molto sensibile, capterà le vibrazioni che provengono da voi; in tal modo potrete istituire un legame telepatico consapevole.
 Anche se la persona non si accorge delle vibrazioni terapeutiche che le inviate, i loro effetti verranno comunque recepiti e utilizzati dal suo subconscio, se mai vogliate poi usare lo stesso cristallo per programmare differenti pensieri, è meglio che lo puliate dopo ciascuna proiezione.
C'è un tipo di meditazione avanzata che può essere effettuata con il cristallo trasparente e che richiede tranquillità mentale e concentrazione focalizzate, se si vuole sperimentarne appieno i risultati: in questa meditazione potrete trovare che cosa significhi essere un cristallo, cominciate quindi col sedervi, tenendo la spina dorsale diritta e impugnate nella mano sinistra per diversi minuti i vostri cristalli per la meditazione preferiti.

“Chiudete gli occhi e rendetevi totalmente ricettivi agli impulsi inviati dal cristallo.” Mettetelo successivamente sull'ombelico, sul Cuore e sulla fronte per sentirne le vibrazioni; quindi collocatelo all'interno del vostro immediato campo visivo, fissato per parecchi minuti, poi chiudete gli occhi e trasferite l'immagine del cristallo all'interno della vostra mente. Mentre la vostra coscienza si sposta nel cristallo, osservatelo nella sua struttura molecolare: il cristallo è una forma purificata di materia, osservate come tutte le molecole siano disposti in costruzioni rigorosamente geometriche. Tutte le molecole vibrano con la stessa frequenza e con una pratica di meditazione avanzata è possibile espandere la propria consapevolezza fino a comprendere ciascuna molecola, ciascun atomo all'interno della molecola e ciascun elettrone all'interno dell'atomo.
Questa è la prova che ciascun componente materiale vibra l'unisono con tutto il resto ed esprime un'armonia che va oltre la sua stessa volizione individuale. Lasciatevi andare e sperimentate all'interno di voi stessi la frequenza cosmica nella dimensione di sintonia in cui il cristallo esiste, quando vi immergete in questa beatitudine, potrete vivere l'esperienza dell'armonia e della pace con voi stessi e con tutto il creato, sarà come se il tempo e lo spazio fossero stati sospesi.
All'interno di questa situazione interiore esiste una forma altissima di verità totale non offuscata dalle pastoie derivate dalla paura presente in tutti gli esseri umani, e una volta che sarete in questo stato ciò che troverete diventerà il vostro termine di paragone il santuario sacro in cui potrete accedere in ogni momento e in ogni luogo. A questo stadio della meditazione è importante respirare profondamente, allo scopo di mantenere un legame consapevole con il corpo fisico e di incanalare il vostro stato di pace e di sintonia nella realtà materiale.
Per completare la meditazione visualizzate mentalmente il cristallo mentre i raggi dorati della luce solare lo attraversano e si irradiano da esso.
Ora osservate voi stessi come il cristallo, sincronizzandovi con l'armonia cosmica, diventerete così uno strumento di Luce dell'universo, ma per far questo dovete sforzarvi di percepire voi stessi come se foste completamente limpidi e luminescenti, caricati di energia dalla vostra stessa fonte di luce personale.
Quando si pratica questa meditazione è vantaggioso avere a disposizione un cristallo di Quarzo Fumé e un pezzo di Tormalina Nera da impugnare nel momento in cui aprite gli occhi;
 queste pietre ancorano al corpo l'esperienza di espansione della coscienza, è anche positivo portare quelle pietre scure per diverse ore dopo questa meditazione per garantire un'appropriata integrazione di energie.


Francesca Venezia

I cristalli sono una forma di vita
 
Sono state scoperte alcune caratteristiche delle pietre e dei cristalli che confermano le tesi degli antichi mistici sul regno dei minerali che non solo sarebbero vivi ma avrebbero anche una forma di coscienza, la quale, rispetto alla coscienza dell’uomo, si trova nella banda delle vibrazioni molto lente e non avendo raggiunto il nostro livello, tuttavia, esiste.
Emettono pulsazioni che possono essere misurate con speciali strumenti molto sensibili. Ogni pulsazione dei loro “cuori” dura circa 24 ore, e perciò non lo possiamo udire. Anche tramite fotogrammi molto distanziati nel tempo fu stabilita la capacità delle pietre di muoversi. Un ingegnere russo, A.Bokovikov, che aveva studiato le Agate, conferma che questi cristalli sono esseri viventi, con queste caratteristiche: Possiedono un’anatomia a base di Silicio - Hanno a capacita di moltiplicarsi con i semi e i germogli - Al loro interno si potrebbe individuare una specie di “feto” - Hanno la pelle spiraliforme - C’è un periodico cambio della pelle - La pelle si rigenera - Le ferite si riparano - La presenza di un biocampo - Il corpo dei cristalli custodisce l’informazione ereditata - Secondo questo ricercatore, dato che le pietre vivono milioni di anni, il loro ritmo di vita è infinitamente più lento.
Le foto scattate a lunghi intervalli di tempo dimostrano le nascite e la riparazione delle ferite. Secondo Borovikov, vivono grazie all’energia del sole. Nel XXI secolo alle pietre si sono interessati non solo i geologi; così, il medico francese R. Damon trovò una pulsazione in una pietra che usava come pressa, e il cardiografo confermò la presenza di una debole pulsazione registrata dall’apparecchiatura. Insieme al biologo Escoliette fece un centinaio di esperimenti che confermarono che le pietre, anche quelle comuni, respirano.
“Per un respiro impiegano da 3 giorni a 2 settimane.
Ogni pulsazione del “Cuore” dura circa 24 ore, e le apparecchiature sensibili lo possono registrare.
Sono anche capaci di muoversi; un sasso esaminato in due settimane si era spostato di 2,5 mm (questo spiega il fenomeno delle pietre che camminano, come quelle nella Valle della Morte, in California. Sono capaci anche di cambiare la loro struttura; insomma, le pietre sono vive.