Leggi l'informativa del Regolamento Europeo GDPR

Il sito utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione

Stampa

Studio di Terapie Naturali e Crescita Personale

Ti offre metodi per riequilibrare l'organismo e mantenerlo in salute, tecniche per riacquistare lo stato di benessere psicofisico che Ti garantiscono un sereno e sano stile di vita.
Trovi prodotti per la Tua salute: 
la Tisana di Renè Caisse, gli Integratori Minerali, i Rimedi Floreali, le Essenze di Cristalli, i Rimedi Ayurvedici, i Corsi e i Seminari, libri di domenico antonio veneziano de vita in acquisti e iscrizioni on-line.

Novità: puoi usufruire anche della consulenza on-line di: Naturopatia - Nutrizionale - Riequilibrio energetico - per poter valutare lo stato di salute ed eventuali suggerimenti su come ritrovare e mantenere l'equilibrio di corpo, mente e spirito - la scelta del rimedio fitoterapico (erbe e tisane depurative), omeopatico, ayurvedico, elisir di cristalli - un messaggio, una guida per ritrovare il 'sentiero smarrito' - una persona a cui confidare il Tuo stato d'animo e liberarti del 'peso' che ti opprime per poter riprendere, più leggero, il cammino - (3281805682 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. )

'Coloro che si limitano a studiare e a trattare gli effetti della malattia, 
sono come persone che immaginano di poter mandar via l'inverno, 
spazzando la neve sulla soglia della loro porta. 
Non è la neve che causa l'inverno, ma l'inverno che causa la neve.' 

 

guarda anche gli altri video

L'Uomo, una sofisticata e meravigliosa apparecchiatura - Un percorso di Vita, un bambino che non diventa mai adulto, che mantiene lo stupore e la meraviglia per ogni cosa che incontra. Una ricerca di conoscenza dell’apparecchiatura più sofisticata, il ‘corpo umano’. La ricerca della salute attraverso la malattia, i medici, gli ospedali. Lo scrittore ci accompagna piano, piano, pagina dopo pagina, alla meta tanto agognata, non della felicità, troppo effimera, e nemmeno la disperazione e la morte, ma alla serenità, alla consapevolezza che, è tutto nelle mani di Dio, il Creatore, ogni azione, ogni disagio, ogni malattia, operazione, guarigione, ogni esperienza, ogni singolo momento.

Per acquistare i tuoi libri, clicca qui
 

Pensieri, raccolta - Dedicato a tutti quelli che sanno leggere col Cuore.

Clicca qui per acquistare i tuoi libri

 
Papà, mi racconti una storia? - Fiabe e racconti

Puoi ordinare qui
 
   

 

 

 

 

 

Stampa

Pompelmo e farmaci

Risultati immagini per immagini,pompelmo

"Questo matrimonio non s'ha da fare..." 

Il pompelmo (Citrus x paradisi) è un albero sempreverde appartenente alla famiglia delle Rutacee, originario del Centro America. 
Il succo contenuto nel frutto non solo è buono ma fa anche bene. 
Ricco di acqua per circa il 90%, vitamina C, vitamine del gruppo B, ferro, potassio e calcio, vanta attività digestiva, diuretica, depurativa, antibatterica e antimicotica, riconosciute dalla comunità scientifica. 
Dissetante e ipocalorico (solo 26 kcal/100 gr), è senza dubbio una delle bevande più apprezzate in estate, anche da chi pratica sport o segue un regime alimentare a ridotto introito energetico.
E allora?
Il problema sorge quando il pompelmo viene assunto contemporaneamente ad alcuni farmaci, e sono molti, appartenenti a numerose categorie terapeutiche.
Responsabile di ciò è la NARINGINA, flavonoide assai abbondante nel pompelmo, a cui conferisce il caratteristico sapore acidulo.
Tale molecola, infatti, a livello epatico va ad inibire il citocromo P450, un complesso enzimatico deputato alla metabolizzazione dei farmaci. Essendo questa alterata, una quantità maggiore di farmaco resta integra nel circolo ematico producendo effetti finali simili a quelli del sovradosaggio. Condizione questa da evitare per scongiurare i relativi rischi, talvolta anche molto gravi. 
Tale effetto, che, se innescato, perdurerebbe molte ore, è indicato nel foglietto illustrativo di molti farmaci, sconsgliandone l'assunzione contemporanea al succo di pompelmo. 

I FARMACI maggiormente interessati sono:

AMIODARONE (antiaritmico)
ERITROMICINA (antibiotico)
TERFENADINA (antistaminico)
DIAZEPAM, MIDAZOLAM, TRIAZOLAM (ansiolitici)
PREDNISONE (corticosteroide)
AMLODIPINA, NIFEDIPINA, VERAPAMIL (antiipertensivi)
LOVASTATINA, SIMVASTATINA (ipocolesterolemizzanti)
CICLOSPORINA (immunosoppressore)
SAQUINAVIR (anti HIV)
VINBLASTINA, CICLOFOSFAMIDE (antitumorali)
CARBAMAZEPINA, FENITOINA (antiepilettici)
FENTANYL, METADONE (analgesici oppioidi)

L'effetto da sovradosaggio resta, tuttavia, una manifestazione soggetta alla variabile individuale, della quale il medico prescrittore e il farmacista dispensatore sono tenuti ad informare il paziente. 
Per una volta facciamo i Bravi, anche se non ci imbattiamo in don Abbondio, immerso nel suo breviario, lungo la via.

- Dott.ssa Katia Panfili -

TwitterLinkedin